Alessio Brugnoli realizza, attraverso forme e materiali tipici del fare arte contemporaneo, opere pittoriche, sculture e installazioni. Inoltre svolge laboratori espressivi e di educazione ambientale per bambini e adulti.

 

 

Contatti:
347 7693927
a_brugnoli@yahoo.it

Un breve curriculum

 

Alessio Brugnoli vive e lavora a Padova. Come molti artisti contemporanei si è formato al di fuori dell'istituzione scolastica. Inizialmente ha appreso le tecniche calcografiche e serigrafiche presso la “Scuola Internazionale della Grafica” di Venezia; inoltre ha sperimentato la tecnica dell'acquerello e altre tecniche su carta. Dall'inizio degli anni '90 ha cominciato ad ispirarsi in maniera più ampia alla pittura astratta italiana ed in seguito alle correnti artistiche dell'Astrattismo americano, di cui ha fatto propri il linguaggio e i materiali quali cemento, gesso, colle viniliche, juta, colori e carte industriali. Sulla base di queste esperienze propone e organizza laboratori per bambini e ragazzi, sui temi contemporanei di educazione ambientale, coniugando espressività e creatività in uno scambio continuo di fantasia e conoscenza.

Nelle opere più recenti ha privilegiato la ricerca sul colore, con lavori su tela di grande formato, e installazioni.

Opere pittoriche

 

"L'arte va oltre la forma per evocare il mistero nella mente di chi guarda o legge o ascolta, liberando l'incorporeo dal corporeo. L'obiettivo di un dipinto, di una poesia, di una musica non è di esprimere semplicemente la bellezza, ma di suscitare la percezione di ciò che va oltre la bellezza. Di qui la parsimonia di pennellate, di parole, di note, perchè la funzione è di additare ciò che, eludendo sempre l'espressione diretta, può essere solo accennato. Dove il mistero è assente, l'arte è solo eleganza o semplice riproduzione della qualità fisiche.
.....
L'artista che vede oltre la forma delle cose percepisce la loro essenza segreta, la riconosce come propria e la ritrae così che anche noi la riconosciamo nel nostro intimo."

(Paolo Ruffilli, Introduzione a "Il libro della saggezza" di Lao-Tse, Baldini Castoldi Dalai Editore, 2004)

Sculture

 

Alessio Brugnoli realizza piccole sculture in legno come attività complementare rispetto all’evento pittorico. Piccole e grandi “ fatiche”, per dirla con A. Calder,  che descrivono l’importante lavoro quotidiano di ricerca.  Le sue figure, apparentemente lontane ed evocative, ripropongono temi eterni ma attuali, come l’amore, la morte, la religiosità, in una veste contemporanea, sia nelle forme che nei materiali. Tra queste, la serie degli “angeli”, ispirati al film di Wim Wenders “Il cielo sopra Berlino”, incastrati nel gesso e nel legno come metafore della “religiosità” contemporanea!   

Ecco come la regista romana  Alessandra Panelli descrive queste opere: “Sono molto potenti ed evocative. Non so perché ma le ho associate alla Grecia, al teatro greco, a Scopas”.